Nils Fröling: talento svedese classe 2000

INFORMAZIONI: Nils Fröling

Nome: Nils Gustav Georg Fröling
Ruolo: Seconda punta
Data di nascita: 20/04/2000
Altezza: 180 cm.
Piede: Destro

Nils Fröling

Se si pensa a un attaccante svedese il primo nome che viene in mente non può non essere Zlatan Ibrahimovic, uno dei giocatori più completi e forti degli ultimi anni. Dopo di lui, la Svezia non è più riuscita a trovare un giocatore in grado di almeno avvicinarsi alle grandi qualità del campione di Malmö.

Ultimamente però, un ragazzo si sta facendo strada in Allsvenskan, il suo nome è Nils Fröling, interessante talento classe 2000 del Kalmar.

Nils ha esordito nella massima serie svedese il 29 aprile del 2018, alla sesta giornata, subentrando nel secondo tempo della vittoria casalinga per 3-0 contro il Malmö FF.

Il 14 maggio è stato schierato nell’undici titolare per la prima volta, in occasione della partita contro il Sirius, terminata 1-0 e decisa proprio dal primo gol di Fröling in Allsvenskan.

“È stata una sensazione incredibile, non ho mai provato niente del genere e poi abbiamo anche vinto, è stato davvero bello. Non me l’aspettavo proprio, è stato molto veloce per me, sono migliorato un po’ in tutto. È chiaro che ora voglio di più, questa è una ricompensa per tutto l’impegno che ho messo finora”, ha dichiarato il giocatore dopo l’esordio. (tratto da svenskfotboll.se)

La punta classe 2000, ha poi chiuso la stagione 2018 con 2 gol in 14 presenze in campionato. In questa stagione ha aggiunto altre presenze in prima squadra, incrementando il suo score personale, arrivando a 7 reti e un assist in 39 presenze (in pochi match ha disputato tutti i 90 minuti).

Le qualità tecniche e soprattutto la grande maturità che ha mostrato in campo ogni volta che è stato impiegato, gli hanno permesso di debuttare precocemente nella nazionale Under 21 svedese (3 caps), dopo che in precedenza aveva fatto parte dell’U18 e U19.

Fröling ha iniziato a giocare a calcio nel settore giovanile del Boo FF, società con sede nell’omonimo distretto alle porte di Stoccolma. All’età di 14 anni, con la maglia del Boo FF, ha anche debuttato a livello senior nella settima serie nazionale.

Nel 2016 è entrato a far parte del settore giovanile dell’Åtvidaberg (un piccolo club di una cittadina di 7000 abitanti), decidendo così di lasciare casa ed andare a vivere da solo a soli 16 anni. Anche in questo caso ha esordito con la prima squadra, giocando dieci partite nella Superettan 2017, in un campionato concluso con la discesa della squadra in terza serie.

Nel gennaio 2018, ha deciso di lasciare il retrocesso Åtvidaberg per entrare a far parte del Kalmar, potendo di fatto disputare il suo primo campionato nella massima serie svedese.

Il resto è storia di questi giorni, con il ragazzo che è parte integrante dell’Under 21 del suo paese.

Caratteristiche tecniche e tattiche

“Ci sono molti giovani giocatori oggi che sono tecnici, bravi nel dribbling e veloci. Ma Nils spesso prende la decisione giusta e ha una comprensione del gioco che non è così comune tra i giocatori giovani”, così ha descritto Fröling il suo compagno di squadra Viktor Elm. (tratto da expressen.se)

Nils Fröling è una seconda punta molto dinamica, che può adattarsi a giocare da centravanti di movimento e persino da ala sinistra, non dando mai grossi punti di riferimento ai pacchetti arretrati avversari.

Dotato di una discreta qualità di base, ha nel potente tiro uno dei pezzi forti del suo repertorio tecnico.

In possesso di un buon passo, sa cavarsela discretamente nel dribbling, riuscendo con una buona frequenza a crearsi lo spazio per la conclusione.

E’ un giocatore generoso, coriaceo, intelligente tatticamente e, come ha detto Elm, molto bravo nell’effettuare le scelte giuste, palesando una maturità considerevole, degna di un calciatore affermato.

Ama spesso defilarsi sulla fascia sinistra, per poi accentrarsi e “scaricare” verso la porta il suo potente tiro.

Fisicamente longilineo, ma non altissimo considerando la media degli attaccanti svedesi, i suoi 180 cm. gli permettono comunque di riuscire ad essere sufficientemente competitivo nel gioco aereo.

Muscolarmente già ben strutturato, riesce a “tenere botta” nei duelli spalla a spalla.

Caratterialmente combattivo, sa rendersi molto utile per i compagni, mettendo in mostra la giusta umiltà che deve avere un ragazzo di 19 anni.

Tatticamente il suo ruolo è quello di seconda punta ma, come già detto, può anche adattarsi al ruolo di attaccante centrale di movimento, magari giocando con un compagno di reparto con caratteristiche complementari alle sue.

Analisi finale

Punti di forza: Dinamismo, capacità balistiche, abilità nel coordinarsi, intelligenza tattica, abilità nelle scelte, tecnica, velocità, dribbling.
Punti di debolezza: Può segnare più gol.
A chi assomiglia: Shane Long
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: kalmarff.se)

(A cura di Massimiliano Palma e Alessio Croce)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *