Mohanad Ali: talento iracheno classe 2000

INFORMAZIONI: Mohanad Ali

Nome: Mohanad Ali Kadhim Al-Shammari
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 20/06/2000
Altezza: 183 cm
Piede: Entrambi

Mohanad Ali

Mohanad Ali Kadhim Al-Shammari, più semplicemente Mohanad Ali, è diventato un nome noto dopo la recente Coppa d’Asia, dove il centravanti iracheno è riuscito ad andare in gol in 2 occasioni (contro Vietnam e Yemen), prima di venire eliminato dai futuri campioni del Qatar agli ottavi di finale.

Le sue ottime prestazioni hanno attirato l’attenzione di alcuni importanti club del Vecchio Continente, con Juventus, Rangers, Galatasaray e Borussia Dortmund, fortemente interessate alla punta dell’Al-Shorta.

Lo stesso direttore sportivo juventino, Fabio Paratici, si è mosso in prima persona contattando l’allenatore della nazionale irachena, l’ex difensore sampdoriano Srecko Katanec, per avere maggiori informazioni sul giovane talento.

Un interesse che è stato confermato anche dall’entourage del giocatore. Mohanad poteva diventare un calciatore juventino già a gennaio, ma alla fine è stato tutto rinviato al mercato estivo.

Nato a Baghdad, Mohanad ha iniziato a giocare a calcio a 5 anni nell’Ammo Baba School, dove è rimasto fino al 2010, prima di trasferirsi all’Al-Quwa Al-Jawiya, società che gli ha dato la possibilità di arrivare nel 2013 all’Al-Shorta. Dopo 2 anni, l’Al-Shorta ha deciso di girarlo in prestito una stagione all’Al Kahraba, che ha restituito al club della capitale irachena, un calciatore molto maturato e più cinico “sotto porta”, avendo segnato 12 gol in 30 presenze.

Con l’Al-Shorta, Mohanad è diventato un attaccante infallibile, avendo gonfiato la rete avversaria per più di 20 volte stagionali, dimostrando di essere pronto per il “salto” in un campionato europeo.

Mohanad Ali, soprannominato anche “Mimi”, in patria è considerato il “gioiello” del calcio nazionale. Non a caso è stato un punto fermo di tutte le selezioni giovanili del paese mesopotamico, dall’Under 16, con la quale ha uno score straordinario di 12 gol in 10 partite, fino alla nazionale maggiore, dove ha esordito a 17 anni, andando in rete per 8 volte in 15 partite.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Mohanad Ali è un attaccante centrale tecnicamente valido, dotato di una buona struttura fisica, ambidestro, abbastanza veloce quando parte in progressione palla al piede ed abile nel gioco aereo.

Non è un centravanti statico, ha un buon senso del gol, svaria costantemente sul fronte offensivo, ma questo non gli impedisce di mettere a segno un buon numero di reti, smarcandosi bene e facendosi trovare al posto giusto nel momento giusto.

E’ bravo nel coordinarsi velocemente, riuscendo a calciare sfruttando un piccolo spazio di campo, colpendo la palla al volo con grande destrezza.

Sa anche giocare per la squadra, rendendosi utile con sponde e assist interessanti; è molto abile ad attaccare la profondità, essendo dotato di un buon passo e di una notevole resistenza allo sforzo e ai contrasti.

Fisicamente ha già una buona struttura, che sembra già pronta per un campionato più impegnativo rispetto a quello iracheno.

Caratterialmente è un giocatore combattivo, che non molla mai e, quando sbaglia, cerca sempre recuperare al suo errore.

Tatticamente è una punta centrale di movimento, che può rendere molto bene al centro di un tridente, ma anche affiancato da un attaccante con caratteristiche complementari alle sue.

Analisi finale

Punti di forza: Velocità, tecnica, capacità aerobiche, fisicità, dribbling, controllo di palla, accelerazione palla al piede, personalità, gioco aereo.
Punti di debolezza: Può migliorare nella gestione delle energie.
A chi assomiglia: Jamie Vardy
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.dailyrecord.co.uk)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *