Michel Ndary Adopo: talento francese classe 2000

INFORMAZIONI: Michel Ndary Adopo

Nome: Michel Ndary Adopo
Ruolo: Centrocampista centrale, mediano, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 19/07/2000
Altezza: 187 cm
Piede: Destro

Michel Ndary Adopo

Se il Torino Primavera, guidato da Mr Federico Coppitelli, sta disputando un’ottima stagione, lo deve anche alla qualità tecnica e fisica del centrocampista centrale classe 2000, Michel Ndary Adopo.

Il giovane transalpino, è riuscito anche ad entrare recentemente nel giro della prima squadra di Walter Mazzarri, che lo ha portato in panchina nella trasferta contro la Roma.

Nato a Villeneuve-Saint-Georges (Val-de-Marne), Adopo ha mosso i primi passi nel mondo del calcio a 6 anni nel Bussy-Saint-Georges FC, poi nel 2013 è passato al Torcy, una delle migliori società francesi a livello giovanile, dove è rimasto fino alla passata stagione, quando è stato ingaggiato dal Torino.

Adopo è arrivato all’ombra della Mole a gennaio, ma per un tardivo transfert della Fifa, ha potuto esordire con la maglia granata solamente a metà marzo, in occasione della Viareggio Cup. Il suo rendimento alla kermesse viareggina non è stato niente male: in 5 presenze sono maturate 4 vittorie e un pareggio.

In seguito, è arrivata per lui la titolarità in finale di Coppa, dove si è meritatamente conquistato il titolo di mvp della partita.

Ma se chiedete al tecnico Coppitelli, di parlare delle qualità del suo giocatore rimarrete delusi: «É un ragazzo ancora molto grezzo. Ha prospettive importanti, ma deve imparare a gestirsi e a gestire i momenti: ad un certo abbiamo preso un contropiede evitabile perché lui si è incaponito in un dribbling di troppo». (tratto da www.calcionews24.com)

Nel giugno scorso, il talentino francese è stato convocato per un torneo dell’Under 18 francese, con la quale ha giocato 3 partite, contro Turchia, Grecia (45 minuti) e Algeria.

Tra coloro che seguono con attenzione le squadre del settore giovanile del Torino, è partito subito l’accostamento al suo più illustre connazionale, Paul Pogba.

Un paragone sinceramente un po’ troppo impegnativo per Michel, che con l’ex juventino condivide la nazionalità e il club dove ha mosso i primi passi da professionista (il Torcy), oltre alla struttura fisica e le movenze in mezzo al campo.

In questa stagione, con la Primavera torinista, Adopo ha totalizzato 16 presenze un gol e 2 assist, un ruolino che è destinato a crescere…

Caratteristiche tecniche e tattiche

Michel Ndary Adopo è un centrocampista muscolare, che abbina tanta corsa e fisicità ad una buona tecnica di base.

Dotato di notevoli capacità aerobiche, può ricoprire tutti i ruoli centrali del campo, anche svolgendo la funzione di trequartista incursore, incaricato di pressare il regista avversario nella fase di non possesso.

Elegante nelle movenze, dotato di discrete capacità balistiche, sa disimpegnarsi bene nei passaggi, svolgendo con disinvoltura entrambe le fasi.

Bravo nel gioco aereo, grazie ai suoi 187 cm, è molto difficile da battere nei duelli corpo a corpo, in virtù della sua muscolatura esplosiva.

La sua presenza in campo si fa sentire, è un moto perpetuo quando aziona le sue falcate, contrastando e facendo ripartire l’azione con buona precisione.

Sicuramente, in virtù delle sue qualità, può indubbiamente mettere a segno qualche gol in più, anche se, certe volte, è penalizzato dall’agire in posizione più arretrata.

In certe circostanze rischia troppo la giocata individuale, specchiandosi nelle sue qualità, rischiando così di perdere dei palloni in prossimità della propria area di rigore.

Fisicamente è praticamente pronto per il calcio professionistico, a livello Primavera la sua fisicità ha pochi eguali.

Tatticamente può svolgere il ruolo di centrocampista centrale in un 4-2-3-1, la mezzala di un 4-3-3, come anche il mediano, ma può essere utilizzato pure da trequartista incursore.

Analisi finale

Punti di forza: Personalità, fisicità, tecnica, dinamismo, recupero palla, capacità aerobiche, gioco aereo, passaggi.
Punti di debolezza: In certe situazioni deve essere più maturo nelle scelte.
A chi assomiglia: Franck Kessie
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.calciofanpage.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *