Lutsharel Geertruida: talento olandese classe 2000

INFORMAZIONI: Lutsharel Geertruida

Nome: Lutsharel Geertruida
Ruolo: Difensore centrale, terzino destro
Data di nascita: 18/07/2000
Altezza: 184 cm
Piede: Destro

Lutsharel Geertruida

Il settore giovanile del Feyenoord è da tempo considerato uno dei migliori in tutta Europa, in Olanda è secondo solamente a quello dell’Ajax.

Quest’anno il club di Rotterdam ha fatto debuttare in prima squadra uno dei suoi migliori talenti dell’Academy, già conosciuto dagli esperti di calcio giovanile internazionale, in quanto punto fermo di tutte le Under “oranje” (ora è in U19), il suo nome è Lutsharel Geertruida.

Difensore centrale classe 2000, talento locale, ma di origini di Curaçao, Geertruida ha avuto la possibilità di debuttare in prima squadra in occasione del turno preliminare di Champions League contro gli slovacchi del Trencin, il 9 agosto scorso.

In quell’occasione il giovane difensore giocò soltanto un minuto più recupero, ma nel match di ritorno, è stato “buttato nella mischia” a 25 minuti dalla fine dell’incontro, dal tecnico della prima squadra, Giovanni van Bronckhorst, che lo ha posizionato nel ruolo di terzino destro.

In realtà Lutsharel aveva già assaporato l’atmosfera della prima squadra molto prima, quando nei mesi di settembre e ottobre 2017 era stato portato in panchina in occasione dei match di Champions League contro il Manchester City e lo Shakhtar Donetsk.

Attualmente Geetruida, considerando le diverse competizioni, è riuscito a totalizzare 5 presenze in prima squadra.

Geertruida, come Georginio Wijnaldum e Sven van Beek, ha fatto parte dell’Academy dello Sparta, prima di giocare per i club amatoriali dell’Overmaas e dello Spartan’20. Nella stagione 2012/13 si è trasferito al Feyenoord, dove ha iniziato nell’Under-13.

Il trasferimento alla squadra più importante di Rotterdam non è stato del tutto sorprendente, perché Geertruida è un vero ragazzo della Zuid-Holland (Olanda meridionale) e tifoso del Feyenoord. “Ho sempre voluto giocare per questo club, questo è il mio obiettivo. Voglio giocare più che mai al De Kuip.”

Il difensore olandese ha preferito il Feyenoord al PSV, club che lo aveva cercato con grande insistenza.

Al momento della firma del contratto, Geertruida è stato descritto come un tipico difensore di questo tempo. Il direttore tecnico Martin van Geel ha affermato: “Lutsharel è un difensore fisico. Ha molte opportunità di carriera e vediamo per lui un futuro brillante al Feyenoord. Siamo molto contenti di essere stati in grado di legarlo al club per tre anni “. (tratto da www.elfvoetbal.nl)

Geertruida è un talento precoce, inserito molto presto in prima squadra da Giovanni van Bronckhorst. E’ pronto a seguire il percorso professionale di altri importanti difensori passati per il Feyenoord come: Stefan de Vrij, Bruno Martins Indi e Terence Kongolo, tutti cresciuti a Varkenoord e arrivati poi alla nazionale Orange.

Nell’ottobre del 2017, Geertruida è stato inserito dal popolare giornale “The Guardian”, nella lista dei migliori 60 talenti classe 2000 al mondo.

In questa stagione, Lutsharel ha fatto la spola tra la prima squadra, quella Under 19 (lo scorso anno ha fatto 2 gol al Napoli in UYL) e quella Under 21 del Club van Het Volk (Il club del popolo).

Caratteristiche tecniche e tattiche

Lutsharel Geertruida è un difensore centrale moderno (ma può fare anche il terzino destro), veloce, potente, difficile da superare nell’uno contro uno, in virtù del perfetto mix tra fisicità e rapidità.

Il passo e la discreta tecnica di base, gli permettono di essere utilizzato con profitto anche nel ruolo di difensore esterno destro, una posizione che interpreta in modo abbastanza prudente.

Forte fisicamente, nei duelli corpo a corpo è veramente un osso duro da superare, almeno a livello giovanile, si è dimostrato un “dominante” in questo fondamentale.

Anche nel gioco aereo sa essere molto abile, soprattutto quando si proietta in avanti in occasione dei calci piazzati.

In marcatura è abbastanza attento, anche se talvolta perde la concentrazione e il contatto visivo con la punta avversaria.

Ha uno stile di gioco molto fisico, che fa leva sulla sua esplosività muscolare e sul suo notevole atletismo.

Ha una spiccata personalità, è grintoso e sa essere un punto di riferimento per i compagni di squadra.

Tatticamente, nel settore giovanile del Feyenoord e nelle selezioni nazionali olandesi, è stato impiegato soprattutto come centrale di destra, mentre, in prima squadra, ha ricoperto anche il ruolo di terzino destro.

Analisi finale

Punti di forza: Forza fisica, lanci lunghi, gioco aereo, personalità, marcatura, velocità, versatilità.
Punti di debolezza: Deve essere più concentrato.
A chi assomiglia: Antonio Rüdiger
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.fr12.nl)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *