Luan Capanni: talento brasiliano classe 2000

INFORMAZIONI: Luan Capanni

Nome: Dias Luan David Capanni
Ruolo: Seconda punta, punta centrale, trequartista
Data di nascita: 20/05/2000
Altezza: 190 cm
Piede: Destro

Luan Capanni

E’ stata una stagione indimenticabile per la seconda punta-trequartista italo-brasiliana Luan Capanni, che dopo aver riportato la Lazio Primavera nel campionato Primavera 1, è riuscito anche a debuttare in prima squadra in occasione dell’ultima partita di campionato contro il Torino.

Anche se il suo esordio non è coinciso con una vittoria della squadra biancoceleste, Luan ha comunque lasciato una buona impressione di sé, nonostante abbia rimediato un cartellino giallo dopo solo 20 secondi dal suo ingresso in campo per un fallo su Nkoulou.

Nei poco più degli 8 minuti concessi da Mr. Simone Inzaghi, Capanni ha sfiorato un gol (con un bel tiro da fuori area), mettendo in mostra una buona tecnica di base e una spiccata personalità.

“Ho provato una grande emozione al momento dell’ingresso in campo, pensavo a questo giorno da quando ero bambino. Quando sono entrato ho notato subito la grande velocità di gioco, ma ho notato anche l’erba ed il pallone: è un sogno per me, non dimenticherò mai questo giorno. Il mio primo pallone? Avevo spazio ed ho provato a calciare, anche se purtroppo la sfera non è entrata in porta. Ancora non ho guardato il telefonino ma sicuramente avrò ricevuto tanti messaggi dalla mia famiglia e dai miei amici. Il mister mi ha chiamato, ha aspettato e poi mi ha detto di scaldarmi bene perché sarei entrato: devo ringraziare Inzaghi per la sua fiducia. Sto vivendo un sogno come indossare la maglia di un grande club Europeo come la Lazio. La stagione si è conclusa meravigliosamente, ora andrò in vacanza sperando nella nuova annata”, ha dichiarato il ragazzo a Lazio Style Channel.

Nato a San Paolo il 20 maggio del 2000, Luan è entrato a far parte del prestigioso settore giovanile del Flamengo nel 2015, dove è rimasto fino al 2018, quando è stato preso a parametro 0 dal D.S. della Lazio Igli Tare, battendo la concorrenza di club inglesi, di Udinese e Sassuolo.

Nel Flamengo, Capanni ha avuto la possibilità di giocare con alcuni dei più interessanti talenti brasiliani classe 2000, come Lincoln e l’asso del Real Madrid, Vinicius Júnior.

In questa stagione, nelle file della squadra Under 19 laziale di Walter Bonacina, giocando da attaccante, Luan ha messo a segno ben 13 reti e un assist, risultando determinante per la promozione della sua squadra (secondo nella classifica cannonieri dietro al pescarese Borrelli).

In una recente intervista, il giovane trequartista ha dichiarato che vorrebbe fortemente vestire la maglia della nazionale italiana, essendo in possesso del doppio passaporto italiano-brasiliano.

“Il mio obiettivo è quello di diventare professionista, giocare in Serie A e nei grandi campionati europei, come l’Europa League e la Champions League, ovviamente con la maglia della Lazio. E poi, mi piacerebbe essere convocato nella Nazionale italiana, ho la doppia cittadinanza. E’ un sogno che condivido con la mia famiglia (la sorella è una judoka e anche lei fa parte della selezione azzurra)”, ha dichiarato qualche mese fa Luan a ESPN.com.br.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Luan Capanni è un giocatore versatile che può agire anche da punta centrale, seconda punta e trequartista.

E’ un talento dotato di un fisico possente, di una buona tecnica di base e, soprattutto, di notevoli capacità balistiche, che gli consentono di mettere a segno un buon numero di gol dalla lunga distanza e su calcio piazzato.

Elegante nelle movenze, ha una visione di gioco periferica, che gli permette di essere determinante anche nell’ultimo passaggio.

Naturalmente, vista la sua mole imponente, non è giocatore veloce, ma compensa questo suo difetto con la velocità di pensiero e con il notevole timing negli inserimenti offensivi.

Ha un buon controllo di palla, la quale viene ben protetta dalla sua struttura fisica. Fisicamente è difficile da contenere, essendo alto massiccio e resistente nei duelli spalla a spalla.

E’ un giocatore di personalità, talvolta quasi “sfacciato” nel tentare la giocata ad effetto, inoltre, non soffre le pressioni esterne, come dimostra il suo debutto in Serie A.

Appena arrivato alla Lazio, Capanni è stato paragonato a Paquetà (scuola Flamengo come lui) e a Milinkovic Savic (fisicamente simile), essendo all’epoca principalmente un trequartista, ma nell’ultima stagione, Luan ha trovato la sua dimensione ideale nel ruolo di attaccante.

Tatticamente Capanni nasce trequartista, in Brasile ha anche giocato da ala sinistra, ma in questa stagione si è disimpegnato con un successo sia da prima punta che da seconda punta.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, versatilità, fisicità, capacità balistiche, gioco aereo, protezione della palla, visione di gioco, calci piazzati.
Punti di debolezza: Velocità e fase di non possesso palla.
A chi assomiglia: Sébastien Haller
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: lnx.lazialita.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *