Kristo Shehu: talento greco classe 2000

INFORMAZIONI: Kristo Shehu

Nome: Kristo Shehu
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 01/03/2000
Altezza: 189 cm
Piede: Destro

Kristo Shehu

Il calcio greco sta cercando di risollevarsi dopo gli ultimi anni che non hanno visto emergere un gran numero di talenti ellenici.

Una delle squadre che sta cercando di investire maggiormente sui prodotti del proprio vivaio è il Panathinaikos, che vista la difficile situazione economica del paese, ha preferito valorizzare i prospetti dell’Academy.

Uno degli ultimi, che è riuscito a debuttare tra i professionisti, è il potente centravanti di origini albanesi, ma in possesso anche di passaporto greco, Kristo Shehu.

La giovane punta centrale è riuscita ad esordire nella Super League il 20 ottobre scorso, in occasione della partita vinta 1 a 0 contro il Panionios.

Nato ad Eretria il primo marzo del 2000, Shehu ha iniziato a giocare a calcio nella squadra locale dell’Athlitiki Akadimia Eretrias, per poi passare al “Pana”, dove si è distinto come un bomber inesorabile nelle varie squadre del settore giovanile.

In questa stagione, oltre a debuttare tra i “pro”, Kristo ha anche messo a segno 11 reti in altrettante partite di Super League K19 (il campionato Under 19 nazionale).
Convocato nella nazionale Under 17 albanese, con la quale ha disputato in paio di partite, successivamente ha deciso di vestire i colori della nazionale greca e, attualmente, milita nella selezione Under 19 ellenica.

In Albania il tecnico dell’U19, Erjon Bogdani, è stato fortemente criticato per non aver preso in considerazione Shehu nelle sue diverse convocazioni, così come ha fatto anche per Ismet Sinani, che ha deciso di rappresentare il Kosovo.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Kristo Shehu è un centravanti dotato di una grande prestanza atletica con i suoi 189 cm, abile nel gioco aereo e bravo nel fare le sponde per i compagni.

Sa proteggere bene la sfera, permettendo ai centrocampisti di potersi inserire con i tempi giusti nell’area avversaria.

Non è molto elegante nelle movenze, ma ha uno stile di gioco abbastanza efficace e, nonostante la mole, non è poi così lento, riuscendo a rendersi pericoloso quando scatta sul limite del fuorigioco.

Tecnicamente discreto, ma può indubbiamente migliorare, sa disimpegnarsi abbastanza bene negli spazi stretti, pur essendo dotato di lunghe leve.

Ha uno stile di gioco vario, sa allo stesso tempo attaccare la profondità e indietreggiare sulla trequarti fungendo da playmaker avanzato, lanciando in profondità i suoi compagni con filtranti sufficientemente precisi.

Fisicamente longilineo ma forte, può ulteriormente rinforzare la propria struttura con qualche muscolo in più.

E’ un giocatore umile e generoso, che combatte e si sacrifica nel pressing, contrastando con forza i portatori di palla avversari.

Non ha grandi capacità balistiche, deve migliorare con il piede sinistro e, nonostante lo score straordinario con la squadra Under 19 del “Pana”, può essere anche più preciso davanti al portiere avversario.

Tatticamente il classico centravanti che è in grado di sorreggere sulle sue spalle il peso dell’intero reparto avanzato, fungendo da terminale offensivo unico. Naturalmente, se inserito all’interno di un tridente, possono essere sfruttate meglio le sue abilità aeree con cross provenienti dalle fasce.

Analisi finale

Punti di forza: Forza fisica, visione di gioco, progressione palla al piede, assist, personalità, gioco aereo, sponde.
Punti di debolezza: Deve migliorare con il sinistro e può segnare di più.
A chi assomiglia: Christian Benteke
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: newsport.al)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *