Kevin Csoboth: talento ungherese classe 2000

INFORMAZIONI: Kevin Csoboth

Nome: Kevin Csoboth
Ruolo: Ala sinistra
Data di nascita: 20/06/2000
Altezza: 178 cm
Piede: Destro

Kevin Csoboth

Kevin Csoboth è uno dei migliori talenti magiari degli ultimi anni, l’ala classe 2000 del Benfica ha già avuto diverse esperienze professionali sia in patria che in Europa, mettendosi particolarmente in evidenza con l’Under 17 ungherese nel campionato europeo del 2017.

Lo score di Csoboth con i diciassettenni connazionali è di 7 reti in 16 presenze. Memorabile una sua splendida doppietta alla Francia nella fase finale dell’Europeo, dove gli ungheresi si sono piazzati al sesto posto.

Attualmente il giovane talento del Benfica fa parte della selezione Under 19 magiara, con la quale ha racimolato finora 2 gettoni di presenza.

Nato a Pécs, ha iniziato a giocare a calcio a 7 anni nel Pécs MFC, dove è rimasto per 8 anni. Nella stagione 2012-2013 ha segnato ben 77 gol in 29 partite nel campionato U13 con la squadra della sua città. In seguito Kevin è andato in prestito a una delle squadre locali più vincenti, il Főnix-GOLD FC di Székesfehérvár, dove è stato in grado di affermarsi in diversi prestigiosi tornei internazionali. Nel 2011 e nel 2013, con il Főnix-GOLD FC si è aggiudicato alcuni prestigiosi tornei internazionali come la Cordial Cupot, la kermesse più prestigiosa della fascia di età, battendo avversari del calibro di Red Bull Salisburgo, Porto, Hertha Berlino e West Ham United e la Rimi Cup contro Milan e Dinamo Zagabria.

Nel 2016, consigliato dal padre, decide di accettare l’offerta del Ferencváros. Con il Ferencváros U16 Kevin segna 15 gol nella stagione 2015-2016, e a luglio 2016 passa al Kozármisleny SE club di seconda categoria (un passaggio effettuato, probabilmente, con lo “zampino” del Benfica).

A settembre dello stesso anno va in prestito al Benfica e nella partita di esordio a Lisbona, segna subito un gol nel campionato giovanile contro l’Oeiras.

Nove mesi dopo, i portoghesi esercitano l’opzione per il riscatto del ragazzo. Nel 2016/17 segna 6 gol in 14 partite con la formazione guidata da Renato Paiva (Juvenis), raggiungendo un minutaggio non eccezionale di 612 minuti. Nella stagione successiva si laurea Campeão Nacional de Juniores, mettendo a segno 2 reti in 17 presenze.

Nell’agosto scorso Kevin Csoboth ha rinnovato il contratto con le “Águias”, vincolandosi al club lusitano fino al 2021.

Attualmente fa parte della squadra Juniores guidata da Renato Paiva, ma si divide anche tra la squadra B e l’Under 23, con la quale ha svolto il ritiro precampionato.

Il padre del ragazzo, figura molto presente nella carriera di Kevin, è Róbert Csoboth, vincitore del Campionato Europeo Under 19 del 1984 nell’ex Unione Sovietica, capitano al Pécs MFC e con una breve esperienza all’Haladas di Szombathelyi.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Kevin Csoboth è un’ala sinistra veloce e tecnica, molto abile nell’uno contro uno, dotata di un eccellente primo controllo orientato che gli consente spesso di superare in slancio in suo dirimpettaio.

La sua classica azione prevede la progressione palla al piede sulla corsia mancina, per poi andare al tiro con il suo piede forte, il destro.

Ha un buon tiro, che però deve sfruttare maggiormente, evitando di eccedere nel dribbling.

L’uno contro uno è indubbiamente il pezzo forte del suo repertorio, ma tenendo troppo la palla rischia di rallentare il gioco e risultare più prevedibile (anche perché usa poco il piede sinistro).

Può segnare un maggior numero di gol, essere più continuo nell’arco dei 90 minuti e deve migliorare nella fase difensiva.

Questi difetti se non eliminati, o quantomeno limati, rischiano di influenzare negativamente la carriera del ragazzo e ciò sarebbe un vero peccato visto il suo grande potenziale tecnico e atletico.

Fisicamente può irrobustirsi ulteriormente, in modo tale da essere più competitivo nei duelli corpo a corpo.

Tatticamente il suo ruolo è quello di esterno offensivo di un 4-2-3-1, ma anche di ala sinistra di un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, velocità, dribbling, assist, progressione palla al piede, capacità balistiche
Punti di debolezza: Deve migliorare nella fase difensiva, nei tempi della giocata e soprattutto essere più continuo nell’arco dei 90 minuti.
A chi assomiglia: Taison
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.csakfoci.hu)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *