Keito Nakamura: talento giapponese classe 2000

INFORMAZIONI: Keito Nakamura

Nome: Keito Nakamura
Ruolo: Seconda punta, ala destra/sinistra
Data di nascita: 28/07/2000
Altezza: 180 cm
Piede: Destro

Keito Nakamura

Se leggi Nakamura il pensiero va immediatamente a Shunsuke, l’ex fantasista che ha fatto le fortune di Reggina e Celtic Glasgow, ma Keito Nakamura non ha nessuna parentela con la stella del Giappone degli anni 2000.

Nato a Abiko (Osaka) il 28 luglio del 2000, Keito Nakamura è una seconda punta/ala che ha mosso i primi passi nel mondo del calcio nel Mitsubishi Yowa, prima di trasferirsi nel 2018 al Gamba Osaka, società che gli ha dato maggiore visibilità, permettendogli di diventare un punto fermo della nazionale Under 17 nipponica.

Proprio in occasione della kermesse intercontinentale Under 17, Keito ha dato il meglio di sé, mettendo a segno 4 reti in altrettante partite (il Giappone è stato una delle sorprese del torneo).

Con la prima squadra del Gamba Osaka, Nakamura ha fatto molto bene, mettendo a segno 8 reti e 3 assist in 38 presenze, numeri che hanno attirato l’interesse del Twente e del Groningen, dove nella passata stagione hanno giocato 2 suoi connazionali, Ritsu Doan e Ko Itakura.

Alla fine Keito ha optato per il Twente, nonostante il Gamba Osaka abbia tentato in tutti i modi di trattenerlo, ma troppo forte era il desiderio del talento nipponico di trasferirsi in Europa.

Il versatile attaccante si è trasferito in Olanda con la formula del prestito biennale, diventando così il quarto Under 20 giapponese a giocare nel Vecchio Continente dopo Takefusa Kubo (Real Madrid), Hiroki Abe (Barcellona) e Yukinari Sugawara (AZ Alkmaar).

Caratteristiche tecniche e tattiche

Keito Nakamura è un giocatore versatile, che può ricoprire quasi tutti i ruoli d’attacco (tranne quello di punta centrale), anche se dà il meglio di sé quando gioca da esterno offensivo, la posizione preferita dal talento nipponico.

E’ un giocatore rapido, agile, dotato di una buona tecnica di base, che sa essere pericoloso quando ha molto campo davanti a sé, avendo il margine di spazio per mettere a frutto la sua rapidità.

Dotato di un buon controllo di palla, di un ottimo dribbling (anche negli spazi stretti) e di una buona tecnica di base, inoltre, ha un tiro preciso ma non molto forte.

In possesso di una buona accelerazione palla al piede, non riesce sempre a concretizzare i suoi assoli personali, risultando più determinante in fase di assistenza.

Pur essendo di piede destro, tenta in certe occasioni la conclusione con il sinistro (i risultati non sono eccezionali).

E’ un elemento dinamico, che ama svariare su tutto il fronte offensivo, cercando più volte la via del tiro.

Fisicamente longilineo (più alto della media dei calciatori giapponesi), ha però bisogno di irrobustire ulteriormente la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Nakamura è un giocatore di personalità, che non ha paura di tentare le giocate difficile nei momenti più delicati della partita.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, rapidità, progressione palla al piede, dribbling, inserimenti offensivi, assist, visione di gioco.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente, migliorare nella fase di non possesso e nei tempi della giocata.
A chi assomiglia: Leandro Trossard
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.tellerreport.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *