Jonathan Burkardt: talento tedesco classe 2000

INFORMAZIONI: Jonathan Burkardt

Nome: Jonathan Michael Burkardt
Ruolo: Punta centrale, ala destra/sinistra
Data di nascita: 11/07/2000
Altezza: 183 cm
Piede: Destro

Jonathan Burkardt

Jonathan Burkardt è uno dei talenti più in vista del settore giovanile del Magonza (o Mainz) e l’esordio con la prima squadra dello scorso sabato, nel match contro l’Augusta, era già nell’aria da tempo.

Nel suo percorso passato, tra le varie selezioni giovanili teutoniche (dall’U15 fino all’U18) e le diverse categorie del suo club di appartenenza, il giovane jolly offensivo ha sempre dimostrato di avere un buon fiuto del gol e soprattutto di possedere le caratteristiche giuste per poter giocare in Bundesliga.

Già nella primavera scorsa, dopo aver rinnovato il contratto con il Mainz (scadenza luglio 2020), Jonathan aveva iniziato a confrontarsi con i ragazzi della prima squadra.

D’altronde i suoi numeri con le formazioni giovanili erano veramente incoraggianti; da quando è arrivato dal Darmstadt 98 (nel 2014), pur giocando sotto età, Burkardt ha sempre messo a segno un buon bottino di gol, agendo sia da centravanti che da attaccante esterno.

“Jonathan Burkardt ha l’opportunità di mettersi alla prova nella squadra professionale e di svolgere l’intera preparazione con loro”, ha dichiarato Rouven Schröder. Il direttore sportivo del Magonza, che ha anche detto: “Intravediamo la possibilità che Jonathan possa adattarsi al più alto livello di prestazioni e di utilizzarlo prossimamente, naturalmente accompagnandolo con pazienza nella sua crescita e ragionando sul suo ruolo.”

“Jonathan è molto migliorato da quando è arrivato ed è entrato a far parte dell’U15 e merita questa opportunità. Siamo contenti per lui, è una ulteriore conferma del nostro lavoro quotidiano nel settore giovanile”, spiega Volker Kersting, capo del settore giovanile del Mainz.

“Johnny fa il suo lavoro molto bene. Sta avendo davvero un buon sviluppo, ha sempre nuovi stimoli e ciò si traduce in buone prestazioni”, ha affermato il tecnico della prima squadra Sandro Schwarz, che prosegue: “Sa farsi valere in zona gol, arriva sulla palla attraverso movimenti eccezionali. Penso anche che sia estremamente laborioso, questo è il tipo di materiale di cui abbiamo bisogno.” (tratto da kicker.de)

Questi commenti sono stati fatti all’inizio della preparazione estiva del club tedesco e dimostrano come Die Nullfünfer (Gli Zerocinque), puntassero fortemente sull’attaccante.

Nel precampionato Jonathan ha ben impressionato e così dopo un paio di match giocati in A-Junioren Bundesliga Süd/Südwest (un gol e un assist per lui) con l’U19 di Bo Svensson, ha conquistato il palcoscenico della Bundesliga.
Burkhardt, che ha disputato tutti i 90 minuti con l’Augusta, è diventato a 18 anni e 66 giorni il più giovane debuttante della storia del Mainz nella massima serie tedesca.

“E’ andato tutto di fretta, tutto funziona alla grande. Mi piace il momento, ma mai avrei pensato di poter fare il mio debutto in Bundesliga dal primo minuto. Sono felice di potermi allenare con i professionisti. C’è stato solo un breve preavviso fatto dall’allenatore, mi ha subito detto che aveva fiducia in me e non era un regalo, ma che mi aveva scelto per il lavoro svolto”, ha affermato Burkhardt dopo il debutto tra i pro.
“L’intensità mi ha infastidito, ho avuto crampi e camminavo difficilmente dopo la fine del match”, ha concluso la punta.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Jonathan Burkardt è preminentemente una punta centrale, ma può giocare anche da ala, in particolar modo a sinistra, dove ha la possibilità di accentrarsi ed andare al tiro con il suo piede forte, il destro.

Potente quando parte in progressione, è un buon mix di forza fisica e tecnica.

Bravo nel difendere la palla, sa lavorare per la squadra, ma anche farsi trovare pronto nel momento della finalizzazione, come dimostrano i suoi 14 gol (ed anche 8 assist) in 25 presenze con l’Under 19 del Mainz nella passata stagione.

Abbastanza abile nel gioco aereo, resiste bene alle cariche degli avversari dimostrandosi un vero combattente.

E’ un generoso, in campo non si risparmia mai, non è raro vederlo nella propria metà campo intento ad aiutare i compagni nella fase difensiva.

Ha buone capacità balistiche, tira i calci di rigore, sa segnare in modi diversi, facendo i giusti movimenti offensivi sia da punta centrale che da esterno, palesando così una spiccata intelligenza tattica.

Tatticamente può ricoprire tutti i ruoli di un tridente offensivo, svolgendo anche grossi carichi di lavoro e facendo “salire” la squadra nei momenti di sofferenza.

Analisi finale

Punti di forza: Forza fisica, dinamismo, progressione, tecnica, capacità balistiche, gioco aereo, senso del gol, versatilità.
Punti di debolezza: Può essere più continuo nell’arco dei 90 minuti.
A chi assomiglia: Marcus Rashford
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.90min.de)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *