Jan Hurtado: talento venezuelano classe 2000

INFORMAZIONI: Jan Hurtado

Nome: Jan Carlos Hurtado Anchico
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 05/03/2000
Altezza: 183 cm
Piede: Destro

Jan Hurtado

Nel Venezuela più forte degli ultimi anni, molti sono i talenti che si stanno mettendo in mostra al Sub-20, alcuni dei quali già apprezzati al Sub-17 e al successivo mondiale di categoria in India, dove la selezione “Vinotinto” si è piazzata al secondo posto dietro l’Inghilterra.

In attacco, oltre alla “stella” Samuel Sosa (1999), sta disputando un ottimo torneo continentale il potente centravanti Jan Hurtado del Gimnasia, un vero lottatore in grado di tenere impegnata tutta la linea difensiva avversaria.

Nato a El Cantón, nello stato di nel Barinas ed in possesso del doppio passaporto venezuelano-colombiano, Hurtado ha iniziato a giocare a calcio nel Deportivo Táchira, club con il quale è arrivato ad esordire giovanissimo nella massima divisione del suo paese, racimolando dal 2016 al 2018, 20 presenze e 6 gol.

Ad un certo punto della sua pur breve carriera, Jan ha deciso di lasciare la patria, accettando la più allettante offerta degli argentini del Gimnasia Y Esgrima La Plata (in Venezuela guadagnava il corrispondente di 40 pesos argentini…).

Il suo addio non è stato dei più semplici, anzi, quando i dirigenti del Deportivo hanno capito che Hurtado non avrebbe più rinnovato sono andati su tutte le furie.

Inoltre, nonostante il giocatore fosse stato presentato ufficialmente del “Lobo” il 6 agosto scorso, tutto era rimasto sospeso a causa di un contenzioso tra i due club.

Tutto era cominciato all’inizio di agosto dello scorso anno, quando il giovane e la sua famiglia avevano chiesto alla Federazione Calcistica Venezuelana di svincolare d’ufficio il ragazzo per poter espatriare vista la situazione complicata che si viveva (e che c’è tuttora) in Venezuela. Nonostante il rifiuto della FVF, la famiglia Hurtado era andata in Europa, e Jan aveva anche provato per alcuni club. Dopo qualche mese però il calciatore era tornato al Deportivo Tàchira, trovando però il club poco disposto a perdonare la fuga, ed infatti dopo una denuncia alla Federazione, Hurtado era stato squalificato 6 mesi per aver lasciato senza permesso la squadra. Alla fine della sanzione, il giovane venezuelano, ritenendosi svincolato, era stato ingaggiato dal Gimnasia, ma dopo pochi giorni, il Deportivo Tàchira aveva intimato alla società argentina di pagargli una “compensazione economica” visto che il contratto di Hurtado scadeva a dicembre 2018. E’ nato così il conflitto che e’ arrivato alla FIFA per la risoluzione del caso. L’ok dalla FIFA per il passaggio al Gimnasia è arrivato solamente l’11 settembre scorso.

Nella Primera División, Hurtado ha dimostrato di poterci stare tranquillamente, racimolando 10 presenze e mettendo a segno un assist. Ma il picco, finora, della sua esperienza argentina, è stato il gol messo a segno in Coppa di Argentina contro il Boca Juniors, dopo che la settimana precedente aveva segnato al Central Córdoba.

In Argentina, Hurtado ha calamitato su di sé molta simpatia, in primis per i balletti che esegue dopo i suoi gol e poi per un simpatico episodio quando ha preso in braccio sorridendo un cane che aveva fatto invasione di campo negli ultimi minuti della partita contro l’Unión Santa Fe.

Recentemente, le sue prestazioni al Sub-20 cileno, hanno attirato l’interesse del West Bromwich, club che milita nella Championship inglese.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Jan Hurtado è un centravanti di movimento, forte fisicamente, che lavora moltissimo per la squadra, combattendo continuamente con tutto il reparto arretrato.

Non è un bomber infallibile, ma è molto abile a far avanzare la squadra, fermando la palla in zona offensiva e facendo preziose sponde di testa.

Tecnicamente rivedibile, è veloce e sa attaccare bene la profondità, quando parte in progressione è una sorta di tir in piena corsa e gli avversari rimbalzano contro la sua massiccia muscolatura.

Bravo nel gioco aereo, ha un tiro potente ma non molto preciso, naturalmente, il tanto lavoro che svolge per la squadra, non gli permette di essere sempre lucido in fase di finalizzazione.

Può migliorare con il piede debole, ma diversamente da molti altri coetanei, non ha bisogno di irrobustire la sua struttura corporea, già ben formata.

E’ un ragazzo positivo, umile, predisposto al sacrificio, coraggioso, sempre pronto a fare un gran lavoro per la squadra.

Tatticamente il suo ruolo è quello di punta centrale, che può rendere al meglio se inserita al centro di un tridente, con due esterni bravi nel crossare.

Analisi finale

Punti di forza: Potenza, fisicità, sponde aeree, velocità, personalità, gioco aereo, progressione palla al piede.
Punti di debolezza: Deve migliorare tecnicamente e perfezionare il suo sinistro.
A chi assomiglia: Romelu Lukaku
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: sortitoutsi.net)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *