Goduine Koyalipou: talento francese classe 2000

INFORMAZIONI: Goduine Koyalipou

Nome: Goduine Koyalipou
Ruolo: Ala destra/sinistra
Data di nascita: 15/02/2000
Altezza: 183 cm
Piede: Destro

Goduine Koyalipou

Goduine Koyalipou, ala destra del Niort, è uno dei talenti che più si sta mettendo in evidenza nella Ligue 2 francese. Con 12 presenze in prima squadra, 2 reti e un assist, sta aiutando la sua formazione a restare in lotta per la promozione nella massima divisione transalpina. Attualmente il Niort occupa la terza posizione, a pari merito con Lens e Paris.

Il buon rendimento personale gli ha permesso di far parte anche della selezione Under 19 francese, con la quale ha uno score di 2 reti in altrettante presenze (anche in U18 il suo ruolino non era molto diverso, 2 gol in 3 partite). Goduine ha deciso per ora di vestire la casacca dei “Blues”, anche se è nato a Bangui, nella Repubblica Centroafricana.

“Sono stato il più felice quando è stato chiamato”, afferma Patrice Lair, il suo attuale allenatore.

“Stavo uscendo dal campo di allenamento e l’allenatore mi ha detto di venire. Ho dovuto fare le cose in fretta, perché dovevo andare a Parigi in treno, senza andare a casa”, ha raccontato la giovane ala, che in entrambe le partite giocate, contro Lituania e Belgio è riuscito a segnare. (tratto da lanouvellerepublique.fr)

Goduine Koyalipou è arrivato a 7 anni dall’Africa e da sempre è un giocatore del Niort. Ha attraversato tutte le squadre del settore giovanile, andando sempre a rete con una certa regolarità, pur non essendo una punta centrale.

Prima di esordire con i professionisti nella passata stagione, Goduine, con l’Under 19 dei “Camosci” (così sono soprannominati i sostenitori del club), aveva segnato ben 13 gol e fornito 4 assist in 10 partite.

Contemporaneamente è stato impiegato anche nella seconda squadra del Niort, con la quale è riuscito ad andare in gol in 6 occasioni in 19 presenze.

Per il club, lui è molto importante“, ha detto il tecnico del Niort, Patrice Lair. “Perché nel promettente gruppo di lavoro della nazionale, Koyalipou si trova insieme ad altri giocatori di club molto più importanti. Ma il giovane Niortais ha un vantaggio. “Sì ha un vantaggio rispetto agli altri suo coetanei in nazionale: gioca in Ligue 2, ed è praticamente titolare. Questo non è vero per tutti, ed è super importante avere il tempo di gioco tra i professionisti.” (tratto da lanouvellerepublique.fr)

Prosegue il tecnico: “Abbiamo discusso questo con lui. Mi ha detto che ha fatto bene a non andare via troppo giovane, si è preso il suo tempo e si è sentito convolto qui. Alcuni ragazzi giocano in club molto grandi come PSG, Lione o Manchester City, ma loro non giocano ancora a livello professionale.

Il debutto con la prima squadra per Koyalipou è giunto l’8 dicembre del 2017 contro lo Stade de Reims (una sconfitta interna per 2 a 1) e subito dopo si è vincolato al Niort, firmando il suo primo contratto da professionista con scadenza nel 2021.

“lo volevo tanto questo contratto, ho lavorato e il lavoro paga. E’ un orgoglio per me e per i miei cari. Ora il mio obiettivo è giocare il più possibile e continuare a progredire. So di essere circondato da persone capaci, spero di andare il più lontano possibile con il club“, ha dichiarato Koyalipou dopo la firma.

“La firma di Goduine dimostra che siamo in grado di aprire alcune finestre anche ad altri giocatori. I giovani giocatori del centro di formazione devono avere l’ambizione e sapere che c’è un vero ponte che si è stabilito con il gruppo professionale. Questo è il progetto che concepiamo qui a Niort “, aveva dichiarato all’epoca l’ex allenatore Denis Renaud.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Devo essere più intelligente nel mio gioco, non devo andare sempre sul fondo, ma variare, specialmente durante la corsa”, ha affermato Goduine Koyalipou. “Sto imparando, ma non è una scusa. Devo creare più azioni, affinché le mie partite siano più regolari.” Un difetto normale, perché, non avendo nemmeno 19 anni, Koyolipou ha enormi margini di miglioramento.

Deve essere concentrato per un’ora e mezza, deve tornare nel posto giusto, dare una mano al collettivo, essere in grado di dribblare al momento giusto e, magari, migliorare il gioco di testa“, ha affermato Patrice Lair.

Lui ha forza e ha la capacità di essere molto preciso in zona gol e, essendo un giovane giocatore, ha una grande freschezza atletica“, è la descrizione del talentino francese fatta da Denis Renaud, l’ex allenatore dello Chamois, che l’ha osservato direttamente per un anno e mezzo.

Goduine Koyalipou è indubbiamente uno dei migliori talenti francesi nella sua fascia d’età e nel suo ruolo. Molto veloce, potente ed abile nel dribbling, quando accelera palla al piede può essere un’arma devastante per i pacchetti arretrati avversari. A campo aperto può risultare imprendibile, essendo dotato di una straordinaria velocità.

Preferisce agire sulla corsia destra, ma sulla fascia opposta ha la possibilità di accentrarsi ed andare al tiro più facilmente con il suo piede forte.

Ha un buon senso del gol, discrete capacità balistiche e sa coordinarsi molto bene, riuscendo a segnare delle belle marcature in acrobazia.

Oltre a segnare, Goduine sa anche mandare in gol i suoi compagni, effettuando dei cross ben calibrati.

Fisicamente ben strutturato, è già molto competitivo nei duelli corpo a corpo.

Dotato di una forte personalità, tra i professionisti ha dimostrato di non aver mai timore nel fare la giocata più difficile, non subendo minimamente la pressione dell’ambiente.

Tatticamente il suo ruolo è quello di ala destra di un 4-3-3 o 4-2-3-1, ma può giocare ugualmente anche sulla fascia sinistra. In certe occasioni, è stato utilizzato anche come esterno di centrocampo, ma è in prossimità della porta avversaria che Koyalipou può essere determinante.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, dinamismo, forza fisica, velocità, dribbling, cross, accelerazione palla al piede, doti acrobatiche.
Punti di debolezza: Deve partecipare di più alla fase difensiva ed essere più concreto nelle scelte.
A chi assomiglia: Ismaila Sarr
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.lanouvellerepublique.fr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *