Erik Majetschak: talento tedesco classe 2000

INFORMAZIONI: Erik Majetschak

Nome: Erik Majetschak
Ruolo: Centrocampista centrale, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 01/03/2000
Altezza: 185 cm
Piede: Entrambi

Erik Majetschak

Il Lipsia è un club che negli ultimi anni si è particolarmente distinto nella ricerca e formazione di giovani talenti, potendo contare anche su una buona disponibilità economica derivante dal colosso della Red Bull.

Tra i prospetti più interessanti del club tedesco, va sicuramente citato il dinamico centrocampista Erik Majetschak, già esordiente in Europa League in occasione della partita contro il BK Häcken il 2 agosto scorso e ripetutosi poi il 25 ottobre contro il Celtic Glasgow.

La carriera di Majetschak è iniziata al Bornaer SV, un club della zona circostante Lipsia. All’età di nove anni, si è trasferito per un breve periodo al FC Lok Leipzig, dove nel 2010 è stato finalmente acquistato dal RB Leipzig.

Nell’agosto 2018, Majetschak ha firmato il suo primo contratto da professionista con scadenza al 30 giugno 2019 (può essere una buona occasione per il mercato estivo).

In questa stagione gioca principalmente nella A-Junioren Bundesliga Nord/Nordost, dove finora ha uno score di 3 gol e 2 assist in 10 presenze e aspetta ancora l’esordio in Bundesliga.

Nelle passate stagioni al Lipsia, Erik si è contraddistinto per essere un centrocampista dal gol facile. Nella stagione 2015/16 ha segnato 5 reti in 22 presenze, nell’anno successivo 12 realizzazioni e nell’ultima stagione ha gonfiato la rete per 7 volte, sfornando anche 6 assist.

A dire il vero, Majetschak ha spesso giocato da trequartista incursore e questo lo ha facilitato nell’andare in gol, ma il suo ruolo è attualmente quello di centrocampista centrale/mezzala.

Nel corso della sua pur breve carriera, ha spesso vestito la maglia della nazionale tedesca. E’ stato parte integrante delle selezioni Under 15, 16, 17 e 18, in quest’ultima ha finora totalizzato 2 gol e un assist.

Con la squadra nazionale Under 17 ha partecipato al campionato europeo di categoria nel 2017, ma non è riuscito a vincere la semifinale, sconfitto dalla Spagna, poi vincitrice del torneo. Nel corso della manifestazione Erik Majetschak è stato in grado di segnare un gol in cinque partite, indossando anche la fascia da capitano.

Erik Majetschak è il figlio dell’ex giocatore della Oberliga della Germania dell’Est e attuale presidente del Fußballverbands der Stadt Leipzig, Dirk Majetschak. Toni, il fratello più grande di sei anni, gioca come difensore centrale per l’FC Eilenburg nella Oberliga Nordost.

Il giovane centrocampista del Lipsia s’ispira a Ivan Rakitic, anche se non ha le stesse qualità tecniche. Essendo stato impiegato in più di un’occasione nel ruolo di regista, Majetschak è stato paragonato dai media tedeschi a Toni Kross, un accostamento non molto attinente alla realtà.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Erik Majetschak è un centrocampista versatile, che può ricoprire diversi ruoli della linea mediana.

In passato ha giocato da trequartista, ma ora sembra aver trovato la sua dimensione nella posizione di centrocampista centrale con propensione offensiva.

Forte fisicamente, dinamico, potente e abbastanza veloce, è un giocatore che fa del suo dinamismo e dei suoi perfetti tempi d’inserimento offensivi, i suoi principali punti di forza.

Sa disimpegnarsi abbastanza bene in entrambe le fasi, negli ultimi tempi è migliorato molto anche in quella di copertura.

Inoltre essendo ambidestro, risulta meno prevedibile per gli avversari ed anche più duttile tatticamente.

Ha grandi capacità aerobiche, è un giocatore combattivo, tecnicamente non straordinario, ma dotato di una spiccata personalità, che lo rende uno leader delle squadre in cui gioca.

Non molto elegante nelle movenze, è bravo nel gioco aereo e forte nei duelli corpo a corpo, Erik è un giocatore di grande sostanza, pragmatico, che concede poco allo spettacolo, ma che sa farsi trovare pronto quando c’è bisogno di lui.

Tatticamente può agire da centrocampista centrale di un 4-4-2 o 4-2-3-1, ma si adatta molto bene anche al ruolo di interno di centrocampo sia destro che sinistro. Nel 4-2-3-1 può svolgere egregiamente il ruolo di trequartista incursore.

Analisi finale

Punti di forza: Forza fisica, dinamismo, aggressività, tempi d’inserimento, personalità, versatilità.
Punti di debolezza: Talvolta è troppo impreciso nei passaggi.
A chi assomiglia: Bryan Cristante
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.soccity.net)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *