Enzo Loiodice: talento francese classe 2000

INFORMAZIONI: Enzo Loiodice

Nome: Enzo Loiodice
Ruolo: Mezzala destra
Data di nascita: 27/11/2000
Altezza: 176 cm
Piede: Sinistro

Enzo Loiodice

Enzo Loiodice, mezzala destra del Digione, ha avuto un inizio di stagione spumeggiante, giocando interamente e con profitto entrambe le prime partire della Ligue 1.

In realtà Enzo aveva già avuto la possibilità di debuttare in prima squadra, sotto gli ordini di Mr Olivier Dall’Oglio, in occasione del match contro il Bordeaux del 28 aprile scorso ed ora con l’aggiunta degli ultimi 2 “caps”, è riuscito a totalizzare 6 presenze tra i professionisti.

Dopo l’ottimo esordio in prima squadra, il tecnico Dall’Oglio non ha esitato ad elogiare il suo giovane centrocampista durante la conferenza stampa post-partita. “Enzo è certamente un giocatore dal grande futuro!”, ha dichiarato “telegraficamente” l’allenatore di origini italiane (proprio come Loiodice).

Addirittura, nella partita della passata stagione contro l’Angers, Loiodice è stato il giocatore che ha toccato il maggior numero di palloni, dimostrando una notevole personalità.

Olivier Delcourt, presidente del Digione, ha apprezzato molto la prova del ragazzo: “Enzo ha impressionato con la sua serenità e maturità. È stato in grado di raggiungere rapidamente la prima squadra e cogliere l’occasione.”

Di chiare origini italiane, ma nato in Francia, Loiodice ha iniziato a giocare a calcio a Parigi, nello Sporting Club de Paris, poi nel 2012 è passato al Gobelins FC, prima di entrare a far parte del settore giovanile del Digione nel 2015.

Pur avendo debuttato nella massima serie transalpina, Enzo Loiodice non ha avuto ancora la possibilità di giocare con le nazionali giovanili del suo paese ed anche per questo il prezzo del suo cartellino dovrebbe essere più contenuto e rappresentare una buona occasione per i club più prestigiosi del Digione.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Enzo Loiodice è stato impiegato principalmente dal tecnico Dall’Oglio nel ruolo di mezzala destra, mostrando buone qualità tecniche, passo e un “educato” piede mancino.

Ama essere sempre nel vivo del gioco, palesando una spiccata personalità e spirito d’iniziativa. La sua classica azione prevede il “taglio” verso il centro del campo, con conseguente tiro o (principalmente) lo “scarico” verso il compagno di squadra posizionato meglio.

Ama costruire il gioco venendo spesso a prendere la palla direttamente dai compagni del pacchetto arretrato ed in seguito verticalizzando con rapidità la manovra per mezzo di precisi passaggi filtranti.

Elegante nelle movenze, in possesso di un buon dribbling stretto e abilità nella protezione della sfera (in virtù del baricentro basso), sa disimpegnarsi bene in entrambe le fasi, anche se, per essere più competitivo nei contrasti, ha indubbiamente bisogno di irrobustire la sua struttura corporea.

Tatticamente il suo ruolo è quello di mezzala destra di un 4-3-3, ma può anche ricoprire il ruolo di centrocampista centrale di in un 4-2-3-1. In casi di emergenza, viste le sue buone qualità tecniche, può anche essere utilizzato nella posizione di trequartista.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, tempi d’inserimento offensivi, capacità balistiche, visione di gioco, dinamismo, rapidità.
Punti di debolezza: Deve rafforzare la sua struttura fisica.
A chi assomiglia: Thomas Lemar
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.twitter.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *