Christian Koffi: talento francese classe 2000

INFORMAZIONI: Christian Koffi

Nome: Christian Loic Koffi
Ruolo: Ala sinistra/destra
Data di nascita: 28/08/2000
Altezza: 180 cm
Piede: Destro

Christian Koffi

Christian Koffi è uno dei tanti talenti stranieri che il d.s. Pantaleo Corvino ha inserito quest’anno nella forte formazione Primavera di Emiliano Bigica.

Ala sinistra nata a Parigi il 28 agosto del 2000, da genitori di origini ivoriane, Koffi ha iniziato a giocare a calcio nel Gentilly US, per poi trasferirsi nel 2011 al Paris Université Club, dove è rimasto fino al 2015, quando è stato scovato e preso dal Monaco.

Nelle squadre giovanili del team del Principato, Christian si è messo in evidenza, attirando l’attenzione del Liverpool, che arriva ad un passo dal tesseramento, ma poi “sul filo di lana”, è la “Viola” ad accaparrarsi i servigi del talentino francese, grazie ad un’operazione lampo del d.s. Corvino.

Con la squadra Primavera della Fiorentina, Koffi sta disputando un buon campionato, finora il suo score è di 23 presenze 3 reti e 5 assist.

Il numero dei gol poteva essere maggiore se Christian fosse stato più lucido in fase di finalizzazione. Infatti, il giovane francese crea sempre tanto ma, in certe occasioni, non fa le scelte giuste, tentando un dribbling di troppo o cercando delle conclusioni improbabili.

Christian ha però segnato il gol dell’1-0 contro la Juventus, non una partita normale per il tifosi fiorentini e, in quell’occasione, erano presenti anche la madre Flora e il fraterno amico Salomon, arrivati allo “Stadio Bozzi” direttamente della Francia. (tratto da www.fiorentina.it)

“La mia esperienza a Firenze sta andando molto bene, sono molto contento. All’inizio, quando sono arrivato, avevo un po’ paura, perché mi sono trasferito in un nuovo paese, ma mi sono ambientato molto bene, e ho anche vinto una coppa Italia che è stata molto importante per tutti, da noi giocatori alla società ed ai tifosi. Sono molto contento a Firenze”, ha dichiarato Koffi a violanews.com.

“All’inizio è stato difficile, però il calcio ci aiuta, perché in campo parliamo la stessa lingua, quella del pallone. Ho sempre capito gli altri quando parlavano, anche i primi momenti, ma all’inizio non è stato facile”, ha chiosato il francese.

Le qualità del prospetto transalpino non sono sfuggite al neo tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella, che lo ha aggregato agli allenamenti della prima squadra in più di un’occasione, definendolo un giocatore “interessante”.

Koffi, che in passato ha preso parte a degli stage delle selezioni nazionali francesi, ha come idolo il più grande rappresentante del movimento calcistico transalpino, l’ex Monaco Kylian Mbappe, del quale vuole ripetere l’impresa di vincere il Mondiale. (tratto da violanews.com)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Christian Koffi è principalmente un’ala sinistra, ma può anche adattarsi a giocare sulla corsia opposta. Essendo di piede destro e partendo dalla corsia mancina, ha più facilità ad andare al tiro.

E’ un giocatore molto veloce, che ha in dote un notevole dribbling, qualità che gli consente di creare spesso la superiorità numerica nel suo settore di competenza.

Tecnicamente bravo, la palla resta sempre incollata ai suoi piedi anche quando corre a tutta velocità, superando in slancio i suoi marcatori.

Koffi sa essere più incisivo negli assist rispetto alla fase di finalizzazione, un aspetto questo dove deve sicuramente migliorare per poter essere più incisivo.

Fisicamente già ben strutturato, deve migliorare nelle scelte, nella continuità e nel mettere meglio a frutto il suo potente tiro.

Il suo stile di gioco è frizzante e vivace, con le sue continue progressioni palla al piede logora sempre i suoi dirimpettai, che vengono costantemente puntati in dribbling.

Caratterialmente è un giocatore molto di sicuro di sé, è esuberante e le pressioni esterne non sembrano scalfirlo minimamente.

Tatticamente il suo ruolo è quello di ala sinistra di un 4-3-3 o esterno offensivo di un 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, assist, dribbling, personalità, velocità, progressione palla al piede, fisicità.
Punti di debolezza: Può segnare più gol, migliorare nelle scelte e nella continuità.
A chi assomiglia: Ismaila Sarr
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.firenzeviola.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *