Batista Mendy: talento francese classe 2000

INFORMAZIONI: Batista Mendy

Nome: Batista Mendy
Ruolo: Mezzala destra, centrocampista centrale
Data di nascita: 12/01/2000
Altezza: 190 cm
Piede: Destro

Batista Mendy

Nel marzo dello scorso anno, il centrocampista classe 2000 del Nantes, Batista Mendy è arrivato a un passo dal passaggio al Brighton (pare avesse anche firmato un precontratto), ma poi ha deciso di rimanere in Francia, firmando un contratto triennale con i “Canarini”.

In Francia, infatti, Batista avrebbe avuto più possibilità di debuttare in prima squadra in tempi brevi, potendo migliorare più velocemente.

Il capo dell’Academy del Nantes, Samuel Fenillat ha dichiarato orgogliosamente nel luglio scorso: “Mendy e i suoi consiglieri hanno preso la decisione di restare con noi”, nonostante nei mesi precedenti, il ragazzo fosse andato a Brighton con la madre e con uno dei suoi fratelli.

Nonostante la firma del contratto, sul ragazzo restano vigili altri club più prestigiosi del Brighton, come Chelsea, Tottenham, Real Madrid e Barcellona, anche se il suo sogno è quello di Vestire un giorno la maglia del Manchester City.

Già nella passata stagione, Mendy, oltre ad essere capitano della squadra Under 19, ha avuto la possibilità di allenarsi con i professionisti, prima sotto gli ordini di Claudio Ranieri e poi dell’ex tecnico Miguel Cardoso.

“Il ritmo è tra i “pro” è più sostenuto. Tutto sta andando più veloce. Non sono impressionato, aspiro a giocare a questo livello molto presto. “, ha dichiarato il giovane talento dopo i suoi primi allenamenti in prima squadra.

Anche in questa stagione, Mendy sta ripetendo lo stesso percorso della precedente annata, venendo, inoltre, convocato frequentemente con la nazionale Under 19 francese (ha fatto parte di tutte le selezioni nazionali giovanili transalpine).

Nato a Saint-Nazaire (Loire-Atlantique), nel distretto di Kerfaouët, il 12 gennaio del 2000, Batista ha iniziato giocare calcio nel Saint-Nazaire OS, poi diventato Saint-Nazaire AF (dopo la fusione con il Stade Nazairien) e, nel 2015, Batista è diventato un giocatore del Nantes.

Fin da piccolo Mendy non passava inosservato, soprattutto per la sua imponente statura. Alcuni residenti di rue Marcel Sembat, dove il ragazzo è cresciuto, lo ricordano molto bene: “Giocava spesso in cortile con bambini della sua età. Era già una spanna più alto degli altri e aveva una grande facilità nel giocare la palla … “. (tratto dal www.saintnazairenews.fr)

Batista non ha dimenticato le sue origini e, quando ha tempo libero, torna spesso nel luogo dove è nato, per andare a trovare la famiglia e gli amici, come è successo dopo aver giocato il mondiale Under 17 in India.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Batista Mendy è centrocampista versatile, che può ricoprire tutti i ruoli nel centro del campo. Può giocare da centrocampista centrale in una linea mediana a 4, ma anche da intermedio destro in un 4-3-3, la posizione che sembra favorire la sua potente progressione palla al piede.

Molto forte fisicamente e imbattibile nel gioco aereo, grazie ai suoi 190 cm, Mendy è dotato di una buona tecnica di base, che gli consente di essere abbastanza preciso nei passaggi (principalmente corti) e di disimpegnarsi bene anche negli spazi stretti nonostante le lunghe leve.

Protegge molto bene la sfera, facendo leva sulla sua forte corporatura, toglierli la palla è molto difficile.

E’ un giocatore molto intelligente tatticamente, che si fa apprezzare soprattutto nella fase di contenimento e ne recupero palla, pur essendo dotato di una buon accelerazione palla al piede, che mette in mostra quando ha un po’ di spazio a sua disposizione.

Negli spazi larghi può azionare le sue lunghe gambe, mentre nello stretto, non può essere velocissimo, anche se sa gestire con disinvoltura la sfera quando è pressato in modo serrato.

E’ un giocatore di personalità, è un elemento che in campo si fa sentire, comunicando costantemente con i compagni, risultando una sorta di guida e, non a caso, è capitano della squadra Under 19 del Nantes.

Analisi finale

Punti di forza: Fisicità, recupero palla, tecnica, gioco aereo, tackle, intelligenza tattica, personalità, progressione palla al piede, protezione della palla.
Punti di debolezza: Può essere ancora più intraprendente, partecipando maggiormente alla fase offensiva. Non è veloce negli spazi stretti.
A chi assomiglia: Tiémoué Bakayoko
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: actu.fr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *