Aaron Connolly: talento irlandese classe 2000

INFORMAZIONI: Aaron Connolly

Nome: Aaron Anthony Connolly
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 28/01/2000
Altezza: 174 cm
Piede: Destro

Aaron Connolly

Aaron Connolly, brevilinea punta centrale del Brighton Under 23, ha avuto un inizio di stagione straordinario, riuscendo ad andare a segno 11 volte in altrettante partite di Premier League 2 (considerando le coppe la media è anche migliore, 16 gol in 15 partite), diventando capocannoniere del campionato.

Non un dato di poco conto, se si considera che il giovane irlandese si trova spesso ad affrontare degli avversari molto più esperti di lui.

La sua notevole media-gol di un una marcatura ogni 83 minuti, non è però sfuggita ai dirigenti di altri club, sicuramente più prestigiosi del Brighton & Hove Albion.

In particolare Hoffenheim, Lipsia, Manchester United e il Manchester City stanno seguendo i suoi progressi partita dopo partita. Tra l’altro, i “Red Devils” si sono fatti sfuggire Donnelly nel 2016, quando non venne preso in considerazione dopo un provino svolto con loro.

Il Brighton sta cercando di convincere il giovane talento a rimanere tra le file dei “Seagulls”, ma la trattativa per il rinnovo sembra in fase di stallo e le “avances” dei club più ricchi sembrano molto concrete.

Connolly è nato a Galway e ha iniziato la sua carriera a 11 anni (tardi) nella squadra giovanile del team locale, il Mervue United. Nell’estate del 2016 è passato al Brighton & Hove Albion, dove aveva impressionato notevolmente i tecnici dopo un provino.Gli scout del club di Premier League, furono così colpiti dal ragazzo da offrirgli subito una borsa di studio di due anni con la squadra under-18.

Aaron ha debuttato velocissimamente nella squadra under 23 e ha anche fatto il suo esordio con la prima squadra a soli diciassette anni, quando è entrato in campo al posto di Tomer Hemed nella vittoria per 1-0 in EFL Cup contro il Barnet ad agosto del 2017.

Ha rappresentato la Repubblica d’Irlanda in Under 17, Under 18 e Under 19. E’ stato il capocannoniere nella fase di qualificazione per il Campionato Europeo Under 17 del 2017, avendo segnato 7 gol in 6 partite. Ha preso parte a tutte e quattro le partite dell’europeo di categoria tenutosi in Croazia, ma non è riuscito mai a segnare e l’Irlanda è stata eliminata dall’Inghilterra ai quarti di finale.

Naturalmente, Connolly si allena qualche volta in prima squadra, ma nel reparto offensivo è un po’ chiuso dai colleghi più esperti di lui.

“È stato fantastico allenarsi con la prima squadra, vedi cosa devi fare per giocare a quel livello. La prima squadra è brava a difendersi, ma quando Glenn [Murray] ha uno spiraglio riesce a sfruttare la sua possibilità e solitamente la butta dentro. Solo guardando Glenn e Florin [Andone], capisci cosa devi fare per giocare in Premier League. Devi concentrarti per più di 90 minuti, o vieni punito. Devo guardare quei tipi di giocatori e imparare da loro. Spero di poter tirare fuori alcune caratteristiche apprese dal loro gioco e portarle nel mio, questo dovrebbe aiutarmi a diventare un giocatore migliore … Idealmente, vorrei restare qui e spingere per un posto nella prima squadra, ma se ciò non accade, allora la possibilità di un prestito sarebbe un bene per me.” (tratto da www.balls.ie)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Aaron Connolly non è la classica punta centrale britannica, ma è un giocatore brevilineo, rapido e molto tecnico, in grado di sfruttare al meglio le occasioni che gli capitano.

Bravo nel dribbling, ha buone capacità balistiche che gli permettono di realizzare delle reti di pregevole fattura.

Sa muoversi molto bene in area di rigore, anticipando spesso i difensori centrali ed inoltre possiede un’eccezionale rapidità d’esecuzione, che gli consente di prendere il tempo agli avversari.

E’ una punta dinamica, che svaria sul fronte offensivo, ma è quando attacca la profondità che sa essere molto pericoloso, sfruttando la sua buona velocità di base.

L’altezza lo penalizza nel gioco aereo, ma la sua struttura corporea massiccia ed il baricentro basso, gli permettono di proteggere abbastanza bene la palla.

Ha personalità, è un attaccante intraprendente che non si nasconde mai neanche quando è sotto pressione e non ha paura di tentare la giocata difficile.

Tatticamente Connolly è una punta centrale, che può agire sia al centro di un tridente offensivo, sia affiancato da un giocatore fisicamente più strutturato di lui.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, progressione palla al piede, velocità, dribbling, capacità balistiche, dinamismo, senso del gol, rapidità d’esecuzione, personalità.
Punti di debolezza: Gioco aereo.
A chi assomiglia: Wissam Ben Yedder
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.the42.ie)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *